esportare_Austria

Esportare in Austria: guida per le aziende italiane dei settori arredo, design, illuminazione, giardino e vivere sostenibile

Esportare in Austria può essere una scelta vincente per le aziende italiane del settore casa? Nella fase post Covid sarà fondamentale ripartire con una strategia mirata per l’export e focalizzarsi su un portafoglio differenziato di Paesi, in cui i punti di forza e la reattività di un’area possano bilanciare i ritardi di un’altra. 

L’Austria, pur essendo un mercato relativamente contenuto in termini assoluti, rappresenta un importante bacino di destinazione per il Made in Italy nel comparto casa, edilizia ecosostenibile, arredo per interni ed esterni. Il consumatore austriaco conosce bene apprezza la nostra qualità, ha mediamente una disponibilità di spesa medio-alta e ama spendere per ciò che concerne l’abitare.

Austria: lo scenario economico

Sulla base di fonti ufficiali a nostra disposizione, proviamo a individuare le opportunità che l’Austria rappresenta per le aziende italiane e scopriamo le maggiori occasioni di promozione, come le fiere dedicate al mondo della casa. 

L’Austria è uno Stato dell’Europa Centrale, membro dell’Unione Europea, con una popolazione poco superiore a 8.900.00 abitanti. Il PIL è di 457.627 milioni di $ (dati 2018), con un reddito pro-capite di 51.509 $ e un tasso di disoccupazione del 4,5%. Nel 2019 il PIl è aumentato dell’1,9% rispetto all’anno precedente. Nel 2021, dopo la decrescita del 2020 comune a tutti gli Stati UE, è prevista un incremento del PIL pari al 4,9% e un un miglioramento di tutti i principali indicatori economici. L’Italia è uno dei principali partner commerciali: è al secondo posto sia nell’import che nell’export, con valori alti in tutti i settori.

Il mercato dell’arredo in Austria

Il mercato dei beni e servizi che ruotano intorno all’arredo, agli accessori casa e al vivere green è molto importante in Austria e non ha subito battute d’arresto.

  • Il settore edilizio è attivo sia nella costruzione di nuove abitazioni con alti standard qualitativi ed energetici, sia nella ristrutturazione degli immobili esistenti. Prevalgono criteri di basso impatto edilizio sul territorio
  • Il consumatore austriaco è molto sensibile alla bioarchitettura e alle innovazioni che abbattono i consumi energetici
  • in particolare nelle zone turistiche legate agli sport invernali, nel salisburghese e nelle regioni contigue alla Baviera, è alto il numero di seconde case di proprietà di cittadini stranieri con un’alta capacità di spesa
  • I temi della smart home, dell’accessibilità, della bioedilizia, del wellness domestico (piscina, sauna, giardini) e della sicurezza riscuotono un interesse crescente
  • Secondo le attuali stime del settore edile, in Austria, un bagno ogni 3 ha più di 20 anni e ha urgente bisogno di essere rinnovato con un occhio al benessere e all’accessibilità
  • Un sondaggio tra i visitatori dell’ultima edizione della fiera Wohnen & Interieur di Vienna, la principale manifestazione del settore arredo & design, attiva da 20 anni, ha rilevato che:
    • il 78% dei visitatori è arrivato in fiera con l’obiettivo di ristrutturare o rinnovare la casa
    • il 61% vive in una casa indipendente o semindipendente con giardino
    • il 65% si colloca nel segmento medio-alto per capacità di spesa
    • la ristrutturazione del bagno coniugando design & risparmio energetico è il trend emergente
    • la cucina, gli accessori per la casa e l’illuminazione sono le altre aree di interesse prioritarie

La percezione del Made in Italy in Austria

Il Made in Italy gode di ampia notorietà in Austria, anche grazie alla vicinanza fisica, alla condivisione di un gusto estetico simile e all’importanza che i temi della casa e del vivere rivestono presso i consumatori austriaci.

I brand italiani del Made in Italy sono largamente conosciuti e si reperiscono facilmente. Parallelamente, c’è una costante ricerca da parte della fascia medio-alta di consumatori per brand e prodotti emergenti, indipendenti e di nicchia, che offrono una nuova interpretazione dello stile italiano.

Gli elementi che riscuotono più successo dei brand italiani sono: il concept e il design raffinato, individuabile come italiano; la capacità di coniugare stile e nuove funzionalità (tecnologie smart, domotica, accessibilità), la ricerca di materiali e tecnologie produttive in chiave sostenibile, la durabilità.

A livello di target, il Made in Italy è scelto da consumatori top spender delle aree urbane di Vienna, Salisburgo, della Carinzia e dell’Alta Austria e delle seconde case nelle località sciistiche.

Esportare in Austria: situazione e prospettive per il Made in Italy

Alcuni dati sulla situazione per i vari comparti del Made in Italy:

  • Nel 2019 l’export italiano di mobili e arredi per la casa ammontava a 149,96 milioni di euro.
  • L’export di mobili e illuminazione, tradizionalmente forti, ha retto anche durante il 2020. Le quote perse durante i mesi primaverili del lockdown sono state compensate da una sensibile ripresa delle vendite nei mesi estivi  (Fonte: Il Sole 24 Ore)
  • Per i sanitari e gli articoli per il bagno, l’Italia è da anni al 2° posto tra i Paesi importatori, dopo la Germania, e ha una posizione di forza consolidata nel segmento di prodotto medio-alto (Fonte: BPER estero)
  • l’export italiano di rubinetteria nel 2019 si è assestato a 37,6 milioni di euro (2° posto dopo la Germania), con una leadership nella fascia alta del mercato (Fonte: BPER estero)
  • nelle ceramiche per pavimenti e rivestimenti l’Italia è al primo post tra i Paesi che esportano in Austria, con una quota del 69,4% nella fascia alta del mercato nel 2019 e un valore di 123,6 milioni di euro  (Fonte: BPER estero)

Le fiere dell’abitare 2021-2022 in Austria

Le fiere austriache di riferimento per il mondo della casa sono 3. Oltre a 2 appuntamenti consolidati nelle aree di Vienna e Salisburgo, esordisce la nuova opportunità espositiva nella stagione autunnale nell’area metropolitana di Vienna.

Wohnen & Interieur 26-30 Maggio, fiera di Vienna

Una vera istituzione per l’arredo casa e giardino e interior design, giunta alla sua 19° edizione.

Il pubblico, trade e consumer, arriva dall’area metropolitana di Vienna (oltre 3 milioni di persone), Austria del Sud e Burgenland  e ha una buona capacità di spesa. Le ultime edizioni hanno visto la presenza di 750 espositori e 72mila visitatori.

La manifestazione ha una durata di 5 giorni e grazie al sito, agli eventi e alla promozione online, estende nel tempo le interazioni degli utenti. Tutta la manifestazione è progettata per garantire il distanziamento e la sicurezza di espositori e partecipanti.

Bauen+Wohnen Wien  11-14 Novembre 2021, fiera di Vienna

Per la prima volta, Bauen+Wohnen raddoppia e accanto all’edizione di Salzburg presenta la nuovissima edizione a Vienna, alla Messe Wien.

Le aree espositive e l’impostazione sono simili alla manifestazione madre (al paragrafo precedente), con un focus sui temi legati alla stagione invernale, come riscaldamento, efficienza energetica e smart home.  Il bacino potenziale di utenti è quello dell’area metropolitana di Vienna, con oltre 3 milioni di residenti. 

Bauen+Wohnen Salzburg 10-13 Febbraio 2022, fiera di Salisburgo

La principale fiera dedicata alla casa, all’home decor e al risparmio energetico dell’ovest dell’Austria è diretta sia agli utenti trade (costruttori, architetti, etc) che ai consumatori finali (proprietari di prime e seconde case). La fiera attrae un bacino di 800 mila potenziali utenti provenienti dal Salisburghese, dalla Baviera, dal Tirolo, dalla Stiria e Carinzia e ha un profilo di spesa medio-alto.

Nell’ultima edizione 33mila visitatori hanno visitato gli stand dei 480 espositori e molti hanno dichiarato di aver concluso acquisti direttamente in fiera e di aver visitato la manifestazione con un obiettivo preciso per la ristrutturazione della casa.

Specialità: costruzioni, ristrutturazioni, riscaldamento, coibentazione, risparmio energetico wellness, giardino, arredo, illuminazione e decor.

Se vuoi approfondire le opportunità per esporre alle fiere in Austria, contattaci senza impegno. CL Events è a tua disposizione per progettare la tua partecipazione e aiutarti a creare un’occasione strategica di business in Austria.

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + dodici =

Torna su